lunedì 5 dicembre 2011

Ottimismo! e un buon esempio

Un weekend anomalo direi.
Un sabato trascorso su e giù per le montagne del sud-tirol alla ricerca di 2 cantine a cui marito voleva far visita, (e mai occasione migliore di una mia riunione a Trento in serata poteva capitarci per conciliare le due cose). E una domenica da pigrizia assoluta senza manco togliermi il pigiama, solo relax!

Così ci siamo tolti questo sfizio di far visita a due bellissime cantine, nulla da togliere a quelle della mia zona, (soprattutto quella dove lavoro io), ma lì la differenza la fa tutto il contesto e una mentalità lontanissima dal far east.
Un ordine e una precisione che fanno riverenza, non ti azzardi a immusonirti perchè nonostante il loro modo di esprimersi poco italiano e decisamente crucco, lì si respira aria felice.
La cosa che più mi ha colpito sono state le strade, pulite, completamente prive di cartelli pubblicitari: gli unici presenti erano degli slogan di promozione per energia pulita ed ecologia, con un motto "Io ci sto!". Decisamente avanti in queste zone per quanto riguarda la salvaguardia dell'ambiente, e a tal proposito vi invito ad andare a leggervi qualcosa in questo sito, promosso dalla provincia autonoma di Bolzano, ove c'è un ottimo decalogo sul come dare da farsi, sui piccoli gesti quotidiani da fare per ottenere risparmi e aiutare Madre Terra a respirare aria pulita.
E' una delle vie da seguire indispensabili per garantirci un futuro migliore: ci ritroviamo oggi pieni di pessimismo, con portafogli da svuotare, eppure non ci si rende conto che oltre ai soldi da esborsare, il di più si deve fare con la concretezza e la consapevolezza che non di soli soldi si vive, ma anche di luce, sole, aria e terra: elementi che non si possono strapazzare. Il mio non è assolutamente un trattato di ecologia, ma un desiderio di porre in evidenza che se tutti agiamo  si può sperare in un futuro migliore. E ripeto "agiamo", nel vero senso del termine! (non leggete male.... non è agiati, non è adagiati, non è agitati... ^_^ )
Utilizziamo di più la bici ad esempio. Ora che le accise carburanti aumenteranno ancor di più, cerchiamo di raggruppare i nostri giri che necessitano dell'automobile in un viaggio unico, per il resto spostiamoci con i mezzi o con le gambe, facciamo la spesa nel negozio del paese, non facciamoci confondere dalle luci dei centri commerciali. Buttate via la pigrizia!!! oppure fate come me! relegatela a un pomeriggio di domenica chiusi in casa a non far nulla, chi lo vieta!! Ma quando si esce, contribuiamo al rispetto cercando di essere più responsabili delle nostre azioni.
Ritornando al Sud Tirol, cosa che mi ha colpito è stata l'assenza delle luminarie natalizie (probabilmente però i grandi centri meta dei mercatini lo saranno), al posto di lucine c'erano delle grosse palle rosse appese agli alberi con lunghi spaghi. Non ho trovato materiale e info in rete per documentare questa mia affermazione, sicuro è che rispetto a quanto vedo in giro nelle mie zone, loro sono più rispettosi, parsimoniosi e lungimiranti. Cosa affatto contraria quello che mi si è presentata davanti  agli occhi sabato sera rientrando a casa: arrivati a Montebelluna sembrava di essere al luna park, delle mezzelune luminescenti appese lungo il corso principale che m'han fatto urlare dai nervi oltre ad accecarmi.
A tal proposito, a breve tra queste righe, presenterò il mio Albero...della Vita! Simbolo della rinascita, promemoria del passaggio e dell'importanza della luce....
Intanto buona settimana, respirate e lasciate andare ogni negatività....

12 commenti:

  1. Sottoscrivo il post, anche perchè adoro quella zona, vicina alla mia (ci vado spesso, anche in bici), ma molto lontana come cultura e rispetto per l'ambiente. E ovviamente adoro il vino (di quelle zone, delle mie e delle tue, intendiamoci). Sulle luminarie, non ti so dire; in questo mese ci andrò spesso e proverò a vedere (però così, a naso, credo tu abbia visto giusto: ci sono più addobbi, cose particolari, della loro cultura, ma meno luci dei nostri piccoli/medi/grandi comuni). Controllerò e ti dirò.

    RispondiElimina
  2. Quelle zone sono belle, ma il vino che ho assaggiato io 2 estati fà, non era sto granchè. Aspetto dritte ;)
    Per le luminarie anche io non le amo, e con tutto quello che consumano se ne potrebbe fare anche a meno.
    Alla pigrizia però vorrei abbandonarmici più spesso di 1 pomeriggio a settimana :)

    RispondiElimina
  3. Come sempre condivido tutto ciò che dici!Purtroppo non ho mai avuto il piacere di visitare quelle zone ma posso solo immaginare che avendo la mentalità crucca sono più avanti nel rispetto dell'ambiente!
    Basterebbe davvero poco se tutti facessimo anche solo qualcosina in più per rispettare l'ambiente che generosamente ci ospita :-)
    Un abbraccio cara!

    RispondiElimina
  4. sono contenta per la tua bella gita e per il rispetto che hanno per l'ambiente in questo posto che deve essere incantevole!
    oggi parlavo proprio con mia sorella, dicendole che avrei preso una bici usata per ridurre le uscite in macchina e andare a fare la spesa in paese con la bici. per quanto riguarda la pigrizia, l'idea di relegarla ad un giorno della settimana non è affatto male! :)

    RispondiElimina
  5. @Alligatore, allora confrontiamoci a riguardo! devo tornarci pur io a Bressanone per l'altro weekend, mi sa che verrò accecata nella jungla dei mercatini O_o
    @Nadir, Traminer e Lagrein e Pinot Nero da provare assolutamente! consiglio vivissimamanente!
    @Chicca, dici bene, basta quel pochino e ognuno può contribuire a costruire basi migliori!
    @Herbivorsconfessions, bene per la bici! quoto alla grande. La pigrizia non è da criminalizzare quando è fatta per l'amor proprio ^^ e siamo un po' egoisti ogni tanto, e non vergognamoci di esserlo!!!

    RispondiElimina
  6. Anche io non amo le luminarie sgargianti, adoro invece in particolare lo stile essenziale nordico, tutte le varianti del bianco e il rosso acceso e massima sobrietà, mi mettono di un rilassato stupendo!
    Quanto alla bici la metterò tra i buoni propositi dell'anno prossimo. :-)

    RispondiElimina
  7. rieccola la splendida anima del tuo sole!!! questo post è leggero, fresco, simpatico, buono (il vino non si discute, per carità), allegro e positivissimo come tu sai essere.
    ti adoro :)

    RispondiElimina
  8. @Spirulina, bella idea la lista dei buoni propositi ^^ sempre adorata negli altri, mai provata però ^^

    @Bibi: smackete Bibissima ^^

    RispondiElimina
  9. Allora respiro! Per il tuo commento, Elena, quest'anno torno in Italia per Natale, altrimenti si' di solito infradito e spiaggia!

    Ma saro' a Feltre, e poi anche a sciare a Canazei, e una gita a Trento or Bolzano o Merano la farei volentieri. Tu dove sei???

    Ciao
    Alessandra

    RispondiElimina
  10. Da quando hanno installato le bici pubbliche in città scorrazzo su e giù per le strade e attraverso i ponti che è un piacere, anche col freddo, compiendo record di attraversamento del centro storico nelle ore di punta che chi guida in macchina se li può sognare.

    RispondiElimina
  11. (i commenti funzionano, viva!)

    RispondiElimina
  12. @Alessandra, io fino al 31 non mi muovo da Treviso, poi si vedrà! c'ho voglia di lago di Garda (al nord) e dintorni, ma anche Langhe o qualcos'altro mi porterà il destino! Che bello torni qui, giusta in tempo per il freddo e la neve scesa venerdì scorso ^^ adoro Val di Fassa, 10 anni di ricordi lì con la mia famiglia

    @m, sai che a TV le paghi, e nonostante questo non le si trovano? sono così poche che vanno a ruba! la mia fortuna è abitare a 7 km dal centro e usufruisco di bici da marzo a ottobre per raggiungerlo! e intanto ieri sera a zero gradi nel mio "paesotto commerciale" (una strada statale, tanti dormitori e la "bellezza" di un centro commerciale e annessi)inforcata la bicicletta e via dal fruttivendolo!!! e poi imbucare un po' di corrispondenza, quanto meno stress da codaaaaaaaa!!!

    Viva noi!

    RispondiElimina

Vostri e miei Raggi di Sole ^^