giovedì 17 novembre 2011

Sono 33

Eccoci arrivati, come ogni anno è arrivato alla porta il mio compleanno, toc toc sono 33!!!
Per me è sempre una gioia, una grande festa da condividere con chi amo, e soprattutto la mia festa.
Sono solo pochi anni che la reputo la mia festa.
L'ho spesso dovuta dividere con qualcuno! e quanto ho odiato tutto ciò!
Asilo, elementari, medie e superiori, e nella compagnia di amici, ho sempre spento le candeline con B.! feste di compleanno a metà tra casa mia e casa sua! ed eravamo molto unite...ora la vita ci ha allontanate, percorsi diversi, scelte diverse...lei, però rimane una persona che ha avuto un ruolo nella mia vita, e anche se reciprocamente a volte ci siamo fatte dei dispettucci, rimane l'amica con cui più ho condiviso nella la mia giovinezza.
Poi il mondo del lavoro. Sembrava tutto andasse bene: nessuno che prendeva il mio podio, finchè sbuca il compagno della mia ex capa... grhrhrhrrrrrrrrr.... per 2 anni quel giorno ad inebetirmi di quello che lei voleva preparargli, della festa/cena, di cosa regalargli...
Poi ho iniziato comunque a prender coraggio e distaccarmi da queste realtà, a considerare il compleanno come unicità di me stessa, certo si ricorda la mia e tante altre nascite, ma egoisticamente ho voluto renderlo un giorno tutto mio ...
E così oggi a lavoro io porterò il mio dolce e lo condividerò con A.- il mio collega "gemello" nato pur lui oggi e anche mancino come me...- . invece con Nino invece magari festeggio reciprocamente uno di questi giorni con un aperitivo o caffè come è già successo altre volte!

Non dobbiamo dimenticarci dell'unicità di ogni persona, mai confondere le nostre vite con quelle degli altri, rischieremmo di vivere le vite altrui, illuderci di cose di cui non abbiamo la concretezza. Ci sono giorni poi, come il proprio compleanno, in cui è giusto anche essere egoisti più del solito, volersi più bene del solito soprattutto! Quello non deve mancare mai, l'amor proprio è alla base per la comprensione e l'empatia di tutti gli altri esseri viventi.

E l'unicità e l'empatia mi ricordano  il pane e la pasta madre. Ogni madre ha la propria storia, un elemento così vitale che assorbe l'energia di chi si prende cura di lei. Ogni poratura che si formerò sul pane sarà una carezza datagli da chi l'ha impastato. Ecco l'unicità delle cose e la sua semplicità.

E così - finalmente -  vi presento il mio pane! sofficione, ancora non del tutto maturo, ma molto gustoso e assolutamente non acido! Questa è la ricetta di Chicca, il suo pane siciliano che vi riporto:

Ingredienti (dimezzati rispetto l'originale):
- 150 gr di pasta madre
- 500 grammi di farina di grano duro
- un cucchiaio di sale
- 300 ml di acqua tiepida
- 1 cucchiaio di semi di lino macinati (opzionale, e la mia modifica alla ricetta ^^ )

Dopo aver rinfrescato la pasta madre, scioglierne 150 grammi nell'acqua tiepida e unire i semi di lino. I semi di lino aiutano l'impasto nella lievitazione e questo soprattutto con la pasta madre poco forte. sperimentato già diverse volte, il risultato c'è. Pian piano poi unire la farina di grano duro, e quando la consistenza diventa abbastanza solida, unire il sale. Lavorare per 15 minuti la pasta, preferibilmente con le mani, se c'è poco tempo con il robot da cucina. Io la differenza l'ho notata, il pane "mio" rimane più solido, quello fatto con i ganci si crepa durante la cottura.
Concluso con lavorazione della pagnotta, porla a lievitare.
Due sono le modalità che ho provato ed entrambe sono risultate valide.
1 - in frigo: riporre la pagnotta a lievitare in frigo, per almeno 12 ore e più. Tirarla fuori, schiacciarla leggermente, e piegarne i lati, girarla e lasciarla lievitare per altre 3 ore sulla teglia di cottura incidendo la superficie con un coltello; (la preferisco, e poi posso gestirmi i tempi di cottura quando vado meglio)
2- a temperatura ambiente, per 3 ore fuori, e poi procedere con le stesse modalità di quella tirata fuori dal frigo.
La cottura è a 230 gradi per 20 minuti, e poi per altri 40 minuti circa a 190 gradi, con un pentolino di acqua riposto sotto la placca. Anche qui dipende dal forno, ci si deve un po' capire con le temperature. Piccolo trucco: se dovesse risultare umido e poco morbido in centro potrebbe essere che il forno non mantiene la temperatura, pertanto lasciare la prima temperatura per un tempo maggiore rispetto ai 20 minuti. Ho visto che bisogna sperimentare, non scoraggiarsi e non farsi sentire mogi dalla pasta madre... lei vive e risente dei nostri sbalzi d'umore!
Spento il forno riporre la pagnotta a raffreddare su una gratella e poi abbuffarcisi sopra!
Crostini, bruschette, al posto di gallette, cracker e fette biscottate per colazione, con le zuppe o con un'insalatona oppure con un patè di olive (il pasto preferito del mio prof di dietetica)...

Addentando una fetta di pane e miele, mi autocelebro e mi amo tanto!!!

20 commenti:

  1. Allora auguri a te, solo a te oggi ;)

    RispondiElimina
  2. Solo miei sìììì!!!

    RispondiElimina
  3. Tantissimi auguri!!
    A proposito della pasta madre hai proprio ragione, l'ho avuta anch'io per circa un anno, ed è verissimo, era recettiva al mio umore!

    RispondiElimina
  4. Buon Compleanno! Buonissimo il pane, lo hai reso speciale.. ancora auguri..

    RispondiElimina
  5. Piena di Vita e d'amore...
    Bellissimo post dedicato a te stessa e chi con te ha condivido sempre questo giorno!
    Sei una persona così solare che e' piacevole perdersi fra le tue parole e complimenti x il pane ;) bellissimo!
    Auguri di cuore Elena!

    RispondiElimina
  6. Taaaaanti auguriiii a teeee, taaanti auguriii a teee, tanti auguri SOLOELENASOLEEEE, tanti auguriii a teeee!
    Ma quanto è bello vedere che una persona si ama così tanto nella maniera più semplice?
    Un bacio speciale e Buon Compleanno!

    RispondiElimina
  7. Grazie di cuore a tutti!
    sono felice abbiate colto l'essenzialità di ciò a cui tengo, e il pane è stato il mio complice ^^
    ora la festa continuaaaaaa!!!

    RispondiElimina
  8. Carissima, un abbraccio per i "The Fabulous 33s", e sorrisi sempre, tanti, a piene mani nei tuoi giorni!
    Se piace, sul pane vivo di pasta madre consiglio anche una bella cucchiaiata di polpa (squisidolcissima) di caco arancio maturo (meglio se colto all'istante da ramo, va bene anche se la pianta non è la tua, uff, in fondo è il per il compleanno!).
    Baci, a prestissimo, Elena > Elena

    RispondiElimina
  9. Che bel raggio di sole caldo che mi hai inviato cara Elena ^^ il dolce caco arancio maturo può esserci direttamente dal mio albero d'infanzia dove ne ho raccolti un bel po' scorsa settimana ^^
    so che quel prestissimo, sarà prestissimo,,,,io conto a rovescia anche se non so quanto contare,,,ma aspetto le tue news!!!!

    RispondiElimina
  10. ... e allora tantissimi auguri!
    ^____^

    RispondiElimina
  11. Ciao Elena, ti ho invitata per il 7 link project... vai al mio ultimo post!

    RispondiElimina
  12. Auguriiiiiiiiiii!!!! bellissimo e buonissimo il pane, complimenti :-) un bacione

    RispondiElimina
  13. Ma allora tanti auguri!!:) I compleanni vanno festeggiati, basta poco, ma ci meritiamo che il nostro giorno sia un po' speciale e solo nostro...ci meritiamo di stare al centro dell'attenzione, dai!:D E anch'io spesso non l'ho fatto...se penso al mio diciottesimo non sai che delusione...
    Il pane di compleanno sembra magnifico, l'hai tirato su proprio bene, congratulazioni!! :)
    Abbraccio, L.

    RispondiElimina
  14. Complimenti per l'ottimopane. Io la pasta madre l'ho abbandonata perchè essendo solo in due,comportava troppo spreco di farina per i rinfreschi, peròancora ricordoil profumo di "quel" pane lì :)... E tanti tanti auguri in ritardo! ^__^

    RispondiElimina
  15. Grazie mille ancora a tutti!

    RispondiElimina
  16. nuuuuuuuuuu.......arrivo in ritardo mi spiace moltissimo.......ti faccio mille milioni di auguri di compleanno e mille milioni di complimenti per quel bellissimo pane.
    baci baci baci :))
    Barbara

    RispondiElimina
  17. ma che ritardo! io sto ancora festeggiando ^^ e stasera mega regalone della mia comare Mari, concertone di Lenny qui a Treviso...sìsìsìsì!!! mi vizio un po' di amore e felicità^^

    RispondiElimina
  18. semplicemente auguri tesoro, tornerò a leggere con calma ma ci tenevo a farti gli auguri anche se in ritardo :-) Sei una cucciolotto ancora :-)

    RispondiElimina
  19. Grazie Chicca ^^ sì ancora cucciolo, e dentro ancor di più!!!

    RispondiElimina

Vostri e miei Raggi di Sole ^^