lunedì 15 aprile 2013

Dialogo.

Il silenzio.
e del silenzio.
Sfoglio le pagine del mio blog, e sorrido alle fasi evolutive del mio percorso. Mi piace scrivere, lo faccio per dare un senso a quello che sono e faccio, lasciandone traccia per  me stessa.
Proprio in questi ricordi Solari, ultimamente mi sono spesso domandata  cosa mi gratifica di più, tra i vari piacere di cui amo attorniarmi.
E credo che il silenzio ricopra una grande parte del mio piacere.
E il silenzio, nella mia concezione, non diventa assenza di suoni, ma assenza di rumori e distrazioni, assenza di  lamentele e chiacchiericci. Nel silenzio riesco a gustarmi un bicchiere di vino, a osservare la natura, a percepire il battito del mio cuore, vedere i miei nervi che si contraggono, cogliere i segnali che la mia anima  vuole trasmettere attraverso il  corpo, utilizzare ogni mio senso alla potenza massima, nella loro espressione esterna, ma anche quella interiore, così sconosciuta, ma così importante per la conoscenza di sè stessi.
Non è  solitudine, riesco a starmene in silenzio anche in compagnia (di qualità e ridotta ai minimi), mentre ascolto musica, estraniandomi ed entrando in stretto contatto con me stessa. Si tratta di selezionare e non di ignorare.
Più di ogni altro periodo della mia vita, trovo serenità assoluta solo quando riesco a godere del silenzio.
E nelle foto che seguono, questo ne è stato un esempio. In una Erto eccitata da moto, e appassionati urlanti arrampicatori, sono riuscita a farcela ... e qui credo di essere arrivata a cogliere quella necessità interiore, di starmene in silenzio, dando priorità alla mia anima...






6 commenti:

  1. Ah,ah,ah,incredibile ... ecco, una cosa che non farò mai (vederla nei film è una cosa, farla, un'altra). Complimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mai dire mai Alligatore!

      Elimina
  2. Wow, ElenaSole coraggiosa!! :D
    Per me il silenzio è sacro, quello leggero in cui comunque si percepisce il rumore di pensieri tenuti per sé e di idee che crescono. Calibrato e dosato con cura, ci vuole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cara Natadimarzo, coraggio...beh, dovrei averne di più, ci sono cose che proprio non riesco affrontare... Chissà, potrebbe essere lo stimolo per trovare coraggio ad affrontare cose differenti.
      Io ti ci vedo nel tuo silenzio, a osservare le cince.. eh sì ;)

      Elimina

Vostri e miei Raggi di Sole ^^